Archivi categoria: Aforismi

Seminare l’amore

campodigranoAi pessimisti. Questa luce ideale che ci permette di constatare che il mondo è malvagio o assurdo è anche lo strumento consegnatoci per rendere il mondo migliore. Soffrendo per la sua assenza, mostri di portare in te il seme di quella perfezione che non trovi attorno a te. E il campo incolto su cui stai camminando non si attende che tu pianga sulla sua cattiva vegetazione, ma che lo dissodi per seminarvi il buon grano. «Dove non c’è amore, metti amore ed otterrai amore».

(Gustave Thibon, L’ignorance étoilée, Fayard, Paris 1974, p. 28; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Il privilegio dei santi

mother-teresa«Si metta nei miei panni». Espressione stupida. Come se dipendesse da me di vivere quel che tu vivi, di essere te! Non ci si mette al posto di un altro; si può al massimo esservi messo da circostanze esteriori od interiori che non dipendono dalla volontà. Oppure dalla grazia divina che ci fa penetrare il segreto delle anime. È il privilegio dei santi: essi possono mettersi al posto di chiunque perché non vivono più in loro stessi: la perfetta accettazione esige il vuoto assoluto.

(Gustave Thibon, L’uomo maschera di Dio, SEI, Torino 1971, p. 136)

 

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

L’infinito della menzogna

mascheraCi sono due cose infinite nell’uomo: il suo orgoglio e la sua miseria. Questi due infiniti si fanno guerra. La miseria, totalmente riconosciuta ed accettata. può uccidere l’orgoglio. Ma l’orgoglio non può mai uccidere la miseria. Allora, la maschera. Donde la secrezione di un nuovo infinito che concilia illusoriamente gli altri due: l’infinito della menzogna.

(Gustave Thibon, L’uomo maschera di Dio, SEI, Torino 1971, p. 215)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Libertà

caravaggio-san-francesco-di-assisi-in-estasiLibertà. – Niente è più instabile e più provvisorio di questa incredibile facoltà. Essa ci viene data perché muoia, perché sia uccisa. Tutto dipende dal livello al quale soccombe: in basso, la schiavitù; in alto, l’amore. I santi si affrettano a metterla nelle mani di Dio perché gli idoli non la portino via.

(Gustave Thibon, L’uomo maschera di Dio, SEI, Torino 1971, p. 55)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Un fuoco accecante

fuocotenebreSempre l’inferno. Le due immagini del Vangelo, quella del fuoco eterno e quella delle tenebre esteriori, ci rivelano l’analogia tra l’inferno e certe passioni terrene che sono a un tempo incendio e cecità: le tenebre che bruciano, una fiamma amputata della luce. L’ardore non serve a nulla; è la luce che salva. A riguardo dell’inferno possiamo parlare di fuoco, giammai di luce.

(Gustave Thibon, L’ignorance étoilée, Fayard, Paris 1974, p. 20; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Vero e falso amore

cathmarriageIl vero amore rappresenta un atto profondamente religioso. «T’amo come Dio ti vuole». Al contrario il falso amore ha qualcosa di sacrilego. «Non accetto che tu sia “già” creata».

(Gustave Thibon, Vivere in due, Borla, Torino 1955, p. 89)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Lux et color

GPaolo2Parole del Cristo nel Dialogo di Caterina da Siena: «La luce della mia divinità si unisce al colore della vostra umanità». — Meravigliosa definizione di quell’armonia divina tra il particolare e l’universale. Il santo non è «pittoresco» né scolorito…

(Gustave Thibon, L’illusion féconde, Fayard, Paris 1995, p. 113; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Giustizia e carità

IustitiaNon c’è che una maniera d’essere giusti: essere caritatevoli. Non si astrae la giustizia dall’amore se non al prezzo di adulterarla. Summum ius… Questa suprema ingiustizia è la giustizia, isolata, la giustizia nuda. La giustizia che non acconsente a superare se stessa retrocede nell’iniquità.

(Gustave Thibon, Destin de l’homme, Desclée de Brouwer, Paris 1941, p. 40; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Servitus peccati

fers_esclaveNon si sfugge all’obbedienza che per cadere nella schiavitù. Ti affliggi nel vedere di che cosa gli uomini si sono resi schiavi. Per avere la chiave di un simile mistero d’abiezione cerca dunque di chi hanno rifiutato d’essere i servitori.

(Gustave Thibon, Destin de l’homme, Desclée de Brouwer, Paris 1941, p. 9; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Dall’enigma al mistero

illusionfecondeDi un moralista ignoto: «Senza Dio non sappiamo nulla, con lui sappiamo ancor meno.» — Passaggio dall’enigma al mistero, l’insondabile più profondo dell’insolubile…

(Gustave Thibon, L’illusion féconde, Fayard, Paris 1995, p. 55; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi