Archivi del mese: febbraio 2015

Libertà divina e leggi umane

115486549 (1)Libertà divina e leggi umane. — Il volo celeste deve accompagnarsi a un eccesso di disciplina nel cammino terreno. L’uomo veramente « emancipato » si riconosce da questo segno: si nega alle cose permesse più di quanto si concede alle cose proibite. Nietzsche: « Diventare l’avvocato della regola, ultima forma di nobiltà d’animo ».

(Gustave Thibon, L’illusion féconde, Fayard, Paris 1995, p. 123)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Esperimento per opposizione

Il-pane-di-ogni-giornoEsperimento per opposizione — Il grande esperimento della vita terrena: ogni bene ha il suo contrario, la sua contropartita negativa. La bontà è debole, la forza è dura, l’idealismo è sterile, il realismo impuro, la solitudine crea il narcisismo, la società genera l’uomo del gregge, ecc. L’uomo tuttavia aspira invincibilmente a dominare queste contraddizioni, a vivere in un mondo dove « questo non uccide quello ». Questo mondo è quello della grazia: L’infinito soltanto può darci il senso della misura. Il Vangelo è divino perché ci permette di integrare nell’unità tutte le contraddizioni della nostra natura; equilibra e bilancia in modo organico le virtù, facendo di esse articolazioni vitali e non soltanto escrescenze o riempitivi.

(Gustave Thibon, Il pane di ogni giorno, Morcelliana, Brescia 1949, p. 27)

Lascia un commento

Archiviato in Meditazioni

L’ineffabile coincidenza

adulteraVangelo: coincidenza ineffabile tra l’esigenza totale e l’indulgenza assoluta…

(Gustave Thibon, L’illusion féconde, Fayard, Paris 1995, p. 54)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Nuda debolezza dell’amore

pane-di-ogni-giorno«L’amore non ha rapporto alcuno con la forza» (Platone, nel Fedro). Ma questo amore è privo di rapporto con la forza orgogliosa e dominatrice quanto con la debolezza carica d’invidia e di risentimento. Esso è debolezza, debolezza nuda, debolezza che non cerca di sconfiggere la forza con mezzi subdoli (appello alla pietà, creazione di falsi ideali) ma di soppiantarla sul suo proprio terreno. Unicamente in questo senso così puro è lecito dire che «la debolezza di Dio è più forte degli uomini».

(Gustave Thibon, Il pane di ogni giorno, Morcelliana, Brescia 1949, p. 26)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Cattolicesimo e genio umano

parodiesCattolicesimo e genio umano. — La sintesi cattolica è sempre in ritardo sul genio umano, precisamente perché è una sintesi: questa saggezza universale marcia più lentamente delle intuizioni particolari… Ma arriva un giorno in cui essa le recupera, in cui raccoglie e riconosce ciò che i gèni avevano compreso prima di lei… La missione della Chiesa è meno scoprire che ordinare ciò che è stato scoperto… Essa conferisce a ciascuna verità la maturità dell’ordine. I nuovi astri non colpiscono subito i suoi sguardi, ma essa si preserva per comunicare un giorno a questi astri imprevedibili la pienezza delle gravitazioni armoniose. Essa si serve, per mezzo della sua lunga resistenza e della sua paziente educazione, di ciò che la visione geniale spontaneamente possiede di estremo e deformante, la sua forza anarchica e centrifuga, il suo potere neoplasico. Le esitazioni e le diffidenze della Chiesa, la sua perenne preoccupazione di definire e mettere a punto rientrano in una vasta e minuziosa operazione di filtraggio, dalla quale le intuizioni umane fuoriescono spogliate dei fermenti nocivi che facevano corpo con esse. (C. V. — 24.8.35)

(Gustave Thibon, Parodies et mirages ou la décadence d’un monde chrétien. Notes inédites (1935-1978), Éditions du Rocher, Monaco 2011, pp. 143-144; traduzione redazionale)

2 commenti

Archiviato in Meditazioni

Pensieri e prigioni

gabbiaSistemi filosofici, ideologici politici, ipotesi scientifiche ecc. — sono “griglie”, codici di decifrazione, sempre imperfetti e provvisori, applicati all’inesauribile complessità del reale — e sono perciò prigioni per il pensiero. Si crede di poter decifrare tutto in virtù della griglia — e si resta irrimediabilmente prigionieri dietro la griglia…

(Gustave Thibon, Le voile et le masque, Fayard, Paris 2985, pp. 200-201; traduzione di Antonella Fasoli)

1 Commento

Archiviato in Aforismi