Archivi del mese: ottobre 2016

Un fuoco accecante

fuocotenebreSempre l’inferno. Le due immagini del Vangelo, quella del fuoco eterno e quella delle tenebre esteriori, ci rivelano l’analogia tra l’inferno e certe passioni terrene che sono a un tempo incendio e cecità: le tenebre che bruciano, una fiamma amputata della luce. L’ardore non serve a nulla; è la luce che salva. A riguardo dell’inferno possiamo parlare di fuoco, giammai di luce.

(Gustave Thibon, L’ignorance étoilée, Fayard, Paris 1974, p. 20; traduzione redazionale)

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Il dolore e la morte in santa Teresa di Lisieux

therese-lisieuxdi Gustave Thibon

È l’amaro destino degli esseri più grandi e più puri: essere schiacciati e mutilati dalla propria gloria. Il loro nome è celebre tra gli uomini, ma il messaggio profondo e l’autentico grido della loro anima restano incompresi. Il mondo, in generale, non li ammira e non li prega se non in forza di un equivoco.  La fama approfondisce e ne moltiplica ancora la solitudine. Tale fu la sorte di Gesù Cristo. E tale è quella di tutti coloro che, per il loro genio o per il loro cuore, quaggiù sulla terra sono  i più fedeli riflessi della profondità divina. Gli uomini sono così vacui da sapersi ritagliare degli idoli perfino dal legno della vera croce e dal cuore del vero Dio. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Interventi