L’eroe e il giurista

achilletrascinaettoreVico vedeva, nell’avvento del diritto, la fine della vita e della politica eroiche.
Concordo. L’epoca moderna si caratterizza per l’ascesa dell’homo juridicus: l’uomo che ha diritti, che non pensa ad altro che ai propri diritti, l’uomo dall’orgogliosa banalità elevata a regina dell’universo, che ha disappreso, forse per sempre, quell’estasi eroica dell’essere che riceve o che conquista qualcosa di gratuito, di misterioso e di vergine. Questo istinto del diritto uccide l’amore prosciugandone la fonte più profonda: la gratitudine. Non soltanto: avvilisce anche la guerra. Le nazioni e le classi sono oggi in lotta per quel che chiamano il loro dovuto, cioè un bene conosciuto, catalogato (e deflorato) in anticipo: esse non marciano più, come i guerrieri d’un tempo, inseguendo qualche favore inatteso e carico di rischi dispensato da un destino superiore all’uomo, che può donare qualunque cosa a ciascuno ma che non deve niente a nessuno. Oh! quanta florida umiltà nell’orgoglio degli antichi eroi!

(Gustave Thibon, Destin de l’homme, Desclée de Brouwer, Paris 1941, p. 60; traduzione redazionale)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Meditazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...