Mangiare e lasciarsi mangiare

jesusLegge del creatore: crescete e moltiplicatevi. Le legge del Salvatore è all’inverso: essa ci insegna l’oblio, la diminuzione (bisogna che egli cresca e che io diminuisca… Se il chicco di grano non muore… ) e il ritorno all’unità attraverso la castità e la morte. La prima legge è quella della vita terrena, poiché Dio non può creare che nel tempo; la seconda legge è quella della vita eterna, poiché Dio non può salvare che al di là del tempo. La prima conseguenza del primo precetto è di mangiare, perché la vita terrena non può mantenersi che per mezzo di una carneficina reciproca e costante.
La prima conseguenza del secondo precetto è di lasciarsi mangiare. E il Cristo l’ha subita con tutta la sua forza attraverso il sacrificio della croce, facendosi pane, annientandosi nelle nostre bocche impure. Con questo il Salvatore riscatta la «colpa» del Creatore, il Dio-vittima trasfigura l’opera del Dio-carnefice. L’uomo, mangiando, non può altro che trattenere per pochi istanti questa morte mascherata e agitata che è la vita terrena, ma Dio, lasciandosi mangiare, ci dona la vita eterna.

(Gustave Thibon, L’ignorance étoilée, Fayard, Paris 1974, pp. 105-106)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Aforismi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...