Il viale verso l’intemporale

stradadipaeseStrada di paese. Ogni anno sorgono nuove case e abitanti sconosciuti. Mi sento spaesato in questo angolo di terra dove sono nato; ogni sguardo è come uno sradicamento. Le cose una volta cambiavano così lentamente che una vita umana si accorgeva appena del cambiamento. Avevo seguito per cinquant’anni questa stessa strada – ed erano sempre le stesse carreggiate, le stesse pietre, le stesse scarpate, gli stessi alberi, le stesse case.
E questa permanenza nel tempo era come un viale verso l’intemporale: ciò che durava preannunciava e prefigurava ciò che resta…
Il fiume del tempo… Scorreva lentamente, insensibilmente tra le stesse rive; era trasparente alle cose eterne. Oggi, le sue acque scosse dalla violenza della corrente hanno perduto la loro limpidezza: si voga sempre più rapidamente sulla loro superficie, ma non si vede più nulla nelle loro profondità.
L’accelerazione della storia ci allontana dall’eternità.

(Gustave Thibon, Le voile et le masque, Editions Fayard, Paris 1985, p. 96; trad. it. di Antonella Fasoli)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Meditazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...