La vita e il dogma

Gustave-ThibonLa vita e il dogma — Non posso concepire niente di vivo, niente di reale fuori dalla cornici del dogma cristiano. Tutto — male e bene, bellezza e bruttezza, grandezza e bassezza — non giunge per me all’esistenza piena e autentica, se non in clima cristiano. Sforzi, sentimenti, dolori, drammi non cristiani mi appaiono come qualcosa di strano e irreale, come immagini di sogno. Sopprimetere le realtà che il dogma esprime e le cose non respirano più, il mondo non più né cuore né abissi; tutti i suoi precipizi diventano elementi scenografici. Il dogma non è una cornice imposta alla vita dall’esterno, è l’espressione, la forma stessa della vita. La vita non è prigioniera del dogma, più di quanto il cuore non sia prigioniero del suo ritmo…

(Gustave Thibon, La scala di Giacobbe, AVE, Roma 1947, p. 30)

Annunci

1 Commento

Archiviato in Meditazioni

Una risposta a “La vita e il dogma

  1. Antonella Fasoli

    Scendere nelle viscere dell’universo, negli abissi dell’Essere e scoprire che “tutto si tiene” in una armoniosa unità, che non c’è contraddizione tra gli opposti, che si fondono senza confondersi, che il cosmo è regolato dal Logos divino, la legge dell’Amore infinito. Credere nel dogma significa vivere nel dogma, abbandonando tutto se stesso alla Verità, sentendosi simbolo, frammento, parte infinitesimale ma necessaria della Verità; significa obbedire al ritmo dell’universo, sentendosi da sempre nel cuore di Dio.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...