Vera e falsa liberazione

benedetto-xvi-con-madonna-di-lourdesStupefacente pagina di Balzac. — «La verginità, come tutte le cose prodigiose, possiede ricchezze sue particolari, grandezze esclusive. La vita, le cui energie sono state economizzate, ha assunto, nell’individuo vergine, qualità incalcolabili di resistenza e di durata. Il cervello si è arricchito nell’insieme delle sue facoltà tenute in serbo. Quando le persone caste hanno bisogno del loro corpo o della loro anima, quando ricorrono all’azione o al pensiero, trovano allora dell’acciaio nei loro muscoli o una scienza infusa nella loro intelligenza.
[…] Sotto questo aspetto, la vergine Maria, considerandola per un  momento solo come un simbolo, cancella con la sua grandezza tutti i modelli indù, egiziani o greci. La Verginità, madre della grandi cose, magna parens rerum, tiene nelle sue bianche mani la chiave dei mondi superiori. Insomma, questa grandiosa e terribile eccezione merita tutti gli onori che le sono attribuiti dalla Chiesa cattolica… ».

Oggi prospera il mito opposto: quello della liberazione per mezzo dell’attività sessuale… Sondare l’equivoco contenuto nella parola liberazione e i suoi rapporti negativi con la vera libertà… Questa ha bisogno di poggiare su delle riserve: forze troppo «liberate» s’annientano in funzione stessa della loro esplosione. Che resta d’un frammento di dinamite dopo l’impiego? La castità è implosiva. Ora, noi viviamo, in tutti gli ambiti, sotto il segno contrario: quello dell’esplosione, del movimento centrifugo, in tal modo che più l’uomo si libera dalle regole, dalle discipline e dai sacrifici imposti dalle morali e dalle religioni, tanto più si allontana dal suo centro — dove risiede l’origine della sua libertà. Al termine di questa evoluzione regressiva l’uomo, affrancatosi da ogni forma, avrà perso ogni sostanza… (C. XLVI. — 16.5.74)

(Gustave Thibon, Parodies et mirages ou la décadence d’un monde chrétien. Notes inédites (1935-1978), Éditions du Rocher, Monaco 2011, pp. 90-91)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Meditazioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...